EVENTI

NEW WAY Nuove evidenze nella gestione del paziente diabetico: Gestione integrata Ospedale-Territorio

NEW WAY Nuove evidenze nella gestione del paziente diabetico: Gestione integrata Ospedale-Territorio

30/11/2020

CORSO FAD

Il diabete è la più diffusa e più importante malattia metabolica presente in Italia e nel mondo occidentale. Dal momento che il diabete è una patologia asintomatica non sempre il valore della glicemia è sufficiente per effettuare una corretta diagnosi in quanto questa è legata a molti fattori dall’andamento non costante. Oggi il diabetico viene spesso ricoverato in ospedale e la gestione della sua malattia in ambiente ospedaliero assume una notevole complessità. Sia le complicanze acute che quelle croniche necessitano di un approccio globale e competente. Lo sviluppo di nuovi farmaci per la cura della malattia diabetica richiede fasi di aggiornamento continuo affinché i medici siano preparati
alla miglior cura del paziente diabetico. Per tale motivo è importante sensibilizzare il Medico su questi aspetti al fine di poter ridurre l’impatto di questa patologia ed è essenziale creare un link tra lo specialista diabetologo e gli altri specialisti ospedalieri e il medico del territorio, affinché l’approccio al
paziente diabetico risulti integrato e completo. Il raggiungimento degli obiettivi di cura della malattia diabetica prevede una partecipazione congiunta del team diabetologico e del medico di medicina generale e, più in generale, della medicina territoriale nell’ambito di percorsi assistenziali ben definiti in una rete integrata pluridisciplinare e pluriprofessionale, con il consenso informato del paziente. L’incontro con il paziente esige da sempre un’apertura da parte del curante, infermiere o medico.
Nell’incontro con il paziente si devono mettere in gioco competenze tecniche e competenze relazionali, dirigendo la nostra attenzione nella maniera più efficace possibile per aiutare il paziente a prendersi cura di sé e a gestire la propria malattia in sintonia con team curante. Questo incontro è marcato dalle caratteristiche di personalità di entrambi: paziente e curante, ma anche dal contesto organizzativo, dalle relazioni interne all’equipe, dalle nostre aspettative. A ciò si aggiunge la complessità della malattia cronica che richiede al curante – più di altre patologie - di relazionarsi anche al vissuto di malattia. La persona con il diabete è una persona con un alto rischio cardiovascolare. L’impiego di farmaci che sono sicuri da questo punto di vista e che non diano un rischio ipoglicemico rappresenta una scelta inderogabile nella terapia del diabete. L’ipoglicemia è una evenienza frequente e pericola. Utilizzare farmaci che non hanno un rischio di ipoglicemia al fine di mettere in sicurezza il paziente diabetico.
Le nuove terapie ipoglicemizzanti hanno portato evidenze importanti nella riduzione delle ipoglicemie, e in ambito di sicurezza cardiovascolare. La gestione clinica di tali patologie e delle relative complicanze è spesso condivisa tra il MMG e il medico specialista. Il fine dell’incontro risiede nel tracciare una possibile strada per la gestione ottimale dei pazienti con particolare riferimento alla sinergia di competenze professionali e alla condivisione delle evidenze scientifiche. Nella situazione attuale, che è sostanzialmente di convivenza con il coronavirus, e nell’eventualità di una seconda ondata, dobbiamo prestare un’attenzione particolare ai pazienti anziani e cronici, che non
devono essere costretti a spostamenti inutili né tantomeno messi a rischio di interrompere le terapie. È quindi fondamentale facilitare l’accesso ai nuovi antidiabetici, ai farmaci per la broncopneumopatia cronica ostruttiva e, in generale, a tutti quei medicinali attualmente vincolati a prescrizione specialistica limitativa e piano terapeutico per i quali sia stata ampiamente dimostrata l’efficacia unitamente alla sicurezza. Se ne gioverebbe l’aderenza terapeutica e la continuità delle cure, vista la reticenza di molti anziani a recarsi in ospedale durante l’epidemia di Covid-19, e, nel contempo, non si sovraccaricherebbe la rete ospedaliera.
 

L'evento si svolgerà in modalità FAD, disponibile a breve in piattaforma: https://fad.summeet.it/

 


Location



Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy


certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits

ASSOCIATI A