EVENTI

Lo scompenso cardiaco: integrazione ospedale territorio. Confronto fra gli attori del sistema

Lo scompenso cardiaco: integrazione ospedale territorio. Confronto fra gli attori del sistema

24/09/2019

Gavirate (VA)

In tutto il mondo occidentale la prevalenza di scompenso cardiaco è in aumento; alla base di questo fenomeno vi è probabilmente sia l’incremento della durata media della vita sia l’aumentata sopravvivenza dopo un evento coronario acuto. Sappiamo infatti che la prevalenza di scompenso è correlata all’età e che l’incidenza si raddoppia per ogni decade a partire dai 45 anni e che l’età media di diagnosi di scompenso è di 74 anni. La sopravvivenza dopo eventi cardiaci acuti è sicuramente molto migliorata, questo comporta la possibilità, nel corso del tempo, di comparsa di scompenso in soggetti che in passato non sarebbero sopravvissuti.
Nonostante i progressi della terapia, la prognosi dello scompenso è ancora grave: metà dei pazienti con questa diagnosi morirà entro 4 anni e, in caso di scompenso grave, la mortalità sarà del 50% entro un solo anno.
Questa patologia richiede, come facilmente intuibile, un notevole sforzo da parte delle strutture sanitarie. I costi per lo scompenso sono stimati intorno a 1,4% dell’intera spesa sanitaria pubblica, con il 70% rappresentato dalle spese per ricoveri ospedalieri. Proprio sui ricoveri è necessaria una particolare riflessione: oltre il 44% dei pazienti ospedalizzati viene nuovamente ricoverato entro sei mesi e di questi quasi il 30% più di una volta. Si stima inoltre che circa la metà delle ospedalizzazioni interessi soggetti a basso rischio e sia pertanto potenzialmente evitabile.
Il ruolo del MMG
Non vi è luogo o circostanza in cui il ruolo del MMG non venga definito centrale, ma se si tratta di entrare nel dettaglio dei compiti affidati alla MG le cose si complicano. L’attuale convenzione, unico documento ufficiale che definisca l’attività del medico convenzionato, contempla attività estremamente vaste, ma poco definite. Può quindi accadere che un MMG gestisca autonomamente il problema scompenso nella quasi totalità degli assistiti, mentre altri deleghino interamente gli stessi compiti agli specialisti (questa situazione potrebbe per altro invertirsi considerando un’altra patologia non cardiologia). E’ evidente l’importanza di definire in termini concreti ciò che normalmente deve essere svolto nell'ambito delle cure primarie. La definizione operativa del ruolo del MMG è infatti fondamentale per una corretta gestione della patologia

Il corso è in programma il prossimo 24 settembre a Gavirate (VA) presso Hotel Sunset in collaborazione con DOC GENERICI


ISCRIVITI ALL'EVENTO

AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DATI

"Dichiaro di aver letto l'informativa di cui all'art. 13 del D. Lgs 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento EU 679/2016 esprimendo il mio consenso al trattamento e alla comunicazione dei miei dati per le finalità informative e promozionali indicate nell’informativa sopra riportata."
Il sottoscritto, acquisite le informazioni di cui al D. Lgs. 196/2003 e al Regolamento EU 679/2016, conferisce il proprio consenso all'uso delle proprie fotografie e immagini per la pubblicazione sul sito internet di Summeet, escludendo la cessione a terzi. The undersigned, having acquired the information pursuant to Legislative Decree 196/2003 and the EU Regulation 679/2016, gives his consent to the use of his photographs and images for publication on the Summeet website, excluding the sale to third parties.

Location

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits