EVENTI

Senza aderenza si perde il controllo

Senza aderenza si perde il controllo

15/09/2018

Vicenza

Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morbilità e mortalità nei paesi occidentali. L'ipertensione arteriosa è il fattore di rischio cardiovascolare più rilevante, con una prevalenza del 40% circa, nella popolazione adulta italiana. In Europa meno del 50% dei pazienti ipertesi viene trattato farmacologicamente, e tra i pazienti trattati la percentuale di quelli con valori pressori ben controllati è decisamente sconfortante (meno del 40%).  Questo è dovuto non solo alla scarsa aderenza dei pazienti alla terapia, ma anche ad una conoscenza inadeguata del problema da parte del medico.  Per ovviare a tale problema è necessaria un'opera di costante sensibilizzazione sulla gestione del paziente iperteso, sia ad alto che a basso rischio cardiovascolare con diversi fattori di rischio, rivolta soprattutto ai medici che più spesso devono gestire i pazienti ipertesi (cioè ai Medici di Medicina Generale, Cardiologi, specialisti in Medicina Interna o Geriatria) che devono essere opportunamente aggiornati sulle novità in campo diagnostico e terapeutico di questa condizione. Infatti, la gestione del paziente iperteso, soprattutto se complicato da diabete mellito da dislipidemie o da nefropatia o da pregressi eventi cardiovascolari, richiede spesso l’intervento dello specialista (Cardiologo, Nefrologo, Geriatra o Internista che si occupa di ipertensione) in accordo con il Medico di Medicina Generale.  In tal senso è importante che i Medici di Medicina Generale e gli specialisti del territorio di riferimento abbiano un unico metodo condiviso e sinergico. Le linee-guida nazionali e internazionali giustamente insistono sulla necessità di una corretta stratificazione del rischio negli ipertesi, che preveda una serie d’indagini di laboratorio e strumentali il cui valore diagnostico e prognostico sarà oggetto di relazioni e discussioni interattive su casi clinici reali durante l’incontro informativo. Sarà dedicato spazio anche alle misure non farmacologiche e al trattamento farmacologico precoce, per evitare che il danno cardiovascolare subclinico indotto dall'ipertensione divenga poi difficilmente controllabile.  Inoltre verrà affrontata l’importanza dell’impatto economico che le visite specialistiche, gli esami clinico-strumentali e la terapia farmacologica posso no avere sui costi del Sistema Sanitario.

L'evento è in programma a Vicenza presso Viest Hotel il prossimo 15 Settembre in collaborazione con Servier.


Location

Viest Hotel

Via Uberto Scarpelli 41
36100 Vicenza
0444 582677

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits