EVENTI

Focus sui nuovi anticoagulanti orali ed emofilia A acquisita: aggiornamenti sul tema

Focus sui nuovi anticoagulanti orali ed emofilia A acquisita: aggiornamenti sul tema

02/12/2017

ROZZANO (MI)

I “nuovi anticoagulanti orali”, meglio definiti “anticoagulanti orali diretti” sono attualmente considerati la terapia di prima scelta per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche nei pazienti con fibrillazione atriale e per il trattamento del tromboembolismo venoso nel paziente non oncologico.  I grandi studi internazionali di fase III hanno infatti dimostrato una efficacia almeno pari rispetto al warfarin ma una maggiore sicurezza, soprattutto in termini di riduzione delle complicanze emorragiche maggiori tra cui quelle cerebrali. Un loro utilizzo ottimale e sicuro nella “real life” non può tuttavia prescindere da una approfondita conoscenza dei loro meccanismi di azione e delle loro proprietà farmacocinetiche ma soprattutto da una integrazione delle competenze dello specialista prescrittore, cardiologo, internista, neurologo, esperto in emostasi e trombosi  e del medico di medicina generale al fine di assicurare al paziente il corretto dosaggio dei farmaci, continuità e persistenza terapeutica e un intervento tempestivo nel caso di effetti indesiderati. Oggi infatti la sfida maggiore è quella di gestire nel modo più corretto ed efficace le eventuali complicanze emorragiche o trombotiche, che comunque permangono nella pratica clinica e che richiedono una conoscenza approfondita del farmaco in uso e delle strategie di reverse, quando disponibili.
Si parlerà inoltre di emofilia A acquisita, una malattia ultra-rara che colpisce 1,5 persone su 1 milione. Una patologia poco conosciuta e potenzialmente letale, che colpisce silenziosamente anziani e donne post-partum, con una mortalità legata alla patologia che arriva fino al 22% dei casi. Per affrontarla efficacemente i servizi di medicina interna, geriatria, medicina d'urgenza e l'esperto in emofilia debbono riuscire a mettersi in rete. E occorrono diagnosi tempestiva, innovazione terapeutica e collaborazione nei percorsi clinici. Contro le gravi manifestazioni emorragiche ed alterazioni dei test della coagulazione in soggetti senza precedenti personali o familiari 'è fondamentale riconoscere l'emofilia acquisita e identificarla con una diagnosi tempestiva e accurata
L’obiettivo di questo meeting è quello di condividere tali conoscenze e di proporre possibili insoliti scenari clinici che possano complicare ulteriormente la gestione del paziente in trattamento con un nuovo anticoagulante orale diretto, privilegiando la discussione e l’interazione tra coagulologi, specialisti d’organo, emergentisti e medici di medicina generale.

L'evento è in programma presso l'AUDITORIUM DEL CAMPUS UNIVERSITARIO dell'HUMANITAS DI ROZZANO (MI) il prossimo 2 dicembre in collaborazione con BOEHRINGER INGELHEIM e NOVO NORDISK


ISCRIVITI ALL'EVENTO

AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DATI

"Dichiaro di aver letto l'informativa di cui all'art. 13 del D. Lgs 196/03 e dell'art. 13 del Regolamento EU 679/2016 esprimendo il mio consenso al trattamento e alla comunicazione dei miei dati per le finalità informative e promozionali indicate nell’informativa sopra riportata."
Il sottoscritto, acquisite le informazioni di cui al D. Lgs. 196/2003 e al Regolamento EU 679/2016, conferisce il proprio consenso all'uso delle proprie fotografie e immagini per la pubblicazione sul sito internet di Summeet, escludendo la cessione a terzi. The undersigned, having acquired the information pursuant to Legislative Decree 196/2003 and the EU Regulation 679/2016, gives his consent to the use of his photographs and images for publication on the Summeet website, excluding the sale to third parties.

Location

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits