EVENTI

BPCO E ASMA GRAVE Team di specialisti a confronto per la gestione di queste patologie complesse

BPCO E ASMA GRAVE Team di specialisti a confronto per la gestione di queste patologie complesse

28/11/2019

Genova

L’asma è una patologia ad alta incidenza e prevalenza, di cui la forma grave rappresenta circa il 10% dei casi. Proprio l’asma grave è al centro dell’interesse del mondo scientifico attuale, sia per l’importanza dal punto di vista sociale della patologia, sia per via delle nuove prospettive terapeutiche che sono state commercializzate o che sono al momento in fase di studio. La prevalenza dell’asma è aumentata gradualmente, e nonostante le maggior conoscenza dei meccanismi patogenetici, delle alterazioni morfo-funzionali e di una maggior disponibilità di sussidi terapeutici, anche la gravità delle manifestazioni asmatiche è andata gradualmente aumentando. Il 5 - 10% di forme asmatiche costituiscono l’asma di difficile trattamento, caratterizzata da: 1. necessità di elevate dosi di farmaci per raggiungere un controllo della sintomatologia; 2. presenza di sintomi persistenti, frequenti riacutizzazioni ed ostruzione bronchiale non reversibile nonostante una terapia farmacologica importante. Questi pazienti causano più del 50% dei costi diretti ed indiretti della malattia. Essi usano una quantità di farmaci ed hanno un numero di accessi al Pronto Soccorso che è 15 volte superiore rispetto agli asmatici lievi-moderati. Presentano un rischio di ricovero 20 volte superiore, oltre alle assenze dal lavoro. Le linee guida internazionali hanno proposto diverse classificazioni della gravità dell’asma: asma cronica, asma refrattaria, asma resistente agli steroidi, asma steroide dipendente, asma difficile/resistente alla terapia, asma grave. Presenza di sintomi cronici, Riacutizzazioni episodiche, Ostruzione delle vie aeree persistente e variabile, Necessità di usare frequentemente β2 short acting, Necessità di eseguire cicli con OCS, o di assumere OCS regolarmente. Criteri per classificare l’asma come grave secondo ATS. Talvolta vi possono essere diagnosi confondenti, riferibili a patologie che possono mimare l’asma, o possono anche associarsi a questa. Possibili diagnosi differenziali dell’asma difficile: COPD, Fumo in anamnesi, Disfunzione corde vocali, Insufficienza ventricolare sinistra, Churg Strauss, Disturbi sonno-correlati Obesità, Aspergillosi broncopolmonare allergica. Attualmente, la nostra conoscenza sui meccanismi molecolari dell’asma è molto approfondita; tale conoscenza inizia ad essere applicata per garantire massimo beneficio per il paziente attraverso un trattamento dell’asma non più standardizzato ma modulato, come sarebbe desiderabile, sui fenotipi individuali dei pazienti.


L'evento è in programma il prossimo 28 novembre a Genova, presso NH Collection Marina, con il contributo non condizionante di Novartis.
 


Location

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits