EVENTI

NAO SKILL - La gestione del paziente anticoagulato: toolbox per lo Specialista

NAO SKILL - La gestione del paziente anticoagulato: toolbox per lo Specialista

21/06/2019

La gestione di pazienti complessi rappresenta ad oggi un modello di lavoro integrato tra specialisti dove lo scambio di informazioni ed il coordinamento delle varie figure coinvolte è fondamentale per ottimizzare i risultati terapeutici ed utilizzare in modo razionale le risorse disponibili. La prevenzione cardiovascolare, priorità indicata dalla linea guida, e la gestione della terapia in pazienti con plurime problematiche, sottoposti a procedure sempre più complesse, rende necessaria la stretta collaborazione tra specialisti in modo da creare una “rete” ospedale – territorio in grado di individuare i pazienti a più alto rischio, di stilare rapidamente un percorso diagnostico condiviso, di instaurare precocemente le terapie farmacologiche e interventistiche ottimali e di ottimizzare il follow-up. Attualmente le farmacoterapie di prevenzione del rischio cardio-cerebrovascolare e fibrillazione atriale, pur sostanzialmente efficaci, hanno aspetti talora difficili nel contesto della gestione della pratica clinica.                       
Il tromboembolismo in senso lato rappresenta una delle problematiche più delicate della gestione, sia per il medico che per il paziente.
A circa 50 anni dall’introduzione della terapia anticoagulante orale con dicumarolici –TAO – si configurano nuove prerogative farmacologiche finalizzate a rendere detta terapia più efficace e di più semplice gestione. In considerazione di ciò il trattamento del rischio cardio-cerebrovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale implica un aggiornamento sul tema ed un approfondimento di alcuni elementi chiave che coinvolgono aritmia e gestione clinica della TAO stessa. Scopo dell’incontro è pertanto quello di individuare i punti essenziali della gestione del paziente ad alto rischio cardiovascolare, con un confronto diretto tra specialisti, sottolineando le indicazioni già note e individuando le criticità attualmente presenti.
Un case report clinico è una forma di comunicazione verbale o scritta con delle sue regole precise, che viene realizzato per scopi professionali e scientifici. In genere si occupa di un evento singolo e raro (un paziente o una situazione clinica), per fornire una migliore comprensione del caso e dei suoi effetti sul miglioramento del processo decisionale. Un case report clinico è una forma di comunicazione scientifica e professionale. E come tale ha le sue regole
 
Il successo di un case report clinico è legato a quattro criteri:
• la rilevanza dell’argomento;
• il valore della presentazione (precisione, organizzazione e struttura);
• la consapevolezza che questo caso contribuisce all’informazione generale esistente sull’argomento;
• la chiarezza degli elementi che possono essere utilizzati per la pratica, per la ricerca o per entrambe.
Quindi, un buon case report clinico deve:
• essere scritto sulla base di requisiti prestabiliti;
• contenere in modo completo e ben strutturato tutti gli elementi essenziali;
• trasmettere un messaggio non ambiguo.
La redazione di pubblicazioni scientifiche richiede non solo un’esposizione chiara, precisa e qualificata delle argomentazioni trattate ma anche la capacità di catturare l’attenzione di chi legge. Comunicare significa non solo condividere conoscenze ma anche prospettare interazioni e creare collaborazioni. Essere in grado di esprimersi in maniera competente e qualificata deve, quindi combinarsi con la capacità di interfacciarsi con i diversi professionisti sanitari e di saper adattare le proprie modalità espressive all’interlocutore per, da un lato, essere apprezzati in un contesto scientifico e, dall’altro, realizzare collaborazioni efficaci.
Obiettivo del corso è fornire gli strumenti di base in grado di assicurare l’efficacia e l’efficienza richieste a una pubblicazione/presentazione tecnico scientifica; il corso ha altresì lo scopo di approfondire le competenze relazionali che sottostanno alla comunicazione finalizzata alla collaborazione.

L'evento è in programma il prossimo 21 giugno presso lo Starhotels di Milano in collaborazione con Boehringer Ingelheim. 


Location

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits