EVENTI

CUORE E TIROIDE: La gestione del paziente complesso tra Ospedale-Territorio-Ospedale

CUORE E TIROIDE: La gestione del paziente complesso tra Ospedale-Territorio-Ospedale

27/06/2019

ACQUI TERME

Le malattie cardiovascolari risultano tra le principali cause di morte nel mondo Occidentale, e la loro

prevalenza, unita alla loro morbilità, rappresenta una sfida costante per il sistema sanitario dei nostri

Paesi. Anche per tali ragioni la ricerca scientifica ha sempre messo in campo numerosi investimenti nel

panorama delle malattie cardiache, e questo fa della Cardiologia una specializzazione medica dove le

novità farmacologiche e diagnostico-strumentali vengono proposte pressoché a gettito continuo da

diversi anni.

La ricerca epidemiologica di base e clinica ha portato, non solo con l’uso di farmaci ma anche con

terapie nutraceutiche avanzate, allo sviluppo di strategie mediche nel controllo del colesterolo LDL e

del rischio cardiovascolare, senza indurre aumenti indesiderati dei casi di morte per altre cause o effetti

collaterali

importanti. Pertanto il ruolo della terapia ipocolesterolemizzante, che ha il compito di ridurre le LDL, si

configura come uno deicaposaldi della prevenzione e della terapia delle malattie cardiovascolari.

La comprensione del ruolo delle lipoproteine a bassa densità nel determinare il rischio di malattia

cardiovascolare e la disponibilità di terapie in grado di agire su livelli elevati di LDL ha trasformato le

strategie terapeutiche per la riduzione delle malattie cardiovascolari negli ultimi 30 anni. I dati dell’ISS

spiegano come uomini ipercolesterolemici e donne ipercolesterolemiche raggiungono gli obiettivi

terapeutici nonostante queste evidenze. Molti soggetti decidono di non sottoporsi ad un trattamento

per il timore degli effetti collaterali dei farmaci o per non volersi considerare malati.

I dati derivati dagli studi hanno documentato come gli interventi terapeutici siano efficaci nel ridurre le

LDL e suggeriscono, che una condizione significativa del rischio cardiovascolare residuo, è associata ai

livelli di specifici lipidi plasmatici differenti dal colesterolo LDL. Soffermandosi sul rischio residuo, è

opportuno considerare il ruolo che giocano le HDL e soprattutto i trigliceridi plasmatici nella genesi

delle malattie cardiovascolari. La presenza di bassi livelli di HDL e/o a livelli elevati dei trigliceridi

circolanti, è legata ad una significativa quota di eventi cardiovascolari. Determinati eventi che portano

a malattie cardiovascolari sono stati presi in considerazione negli studi di meccanismo e di azione e,

grazie all’epidemiologia, alla biologia e alla biochimica di base sono state fornite prove che non solo

il ruolo dei livelli di colesterolo HDL e dei trigliceridi plasmatici sono fattori di rischio che portano a una

malattia cardiovascolare. La gestione di pazienti ad alto rischio cardiovascolare rappresenta ad oggi un

modello di lavoro integrato tra specialisti dove lo scambio di informazioni ed il coordinamento delle

varie figure coinvolte è fondamentale per ottimizzare i risultati terapeutici ed utilizzare in modo

razionale le risorse disponibili. Il corso si propone di migliorare le conoscenze dei discenti in tema di

scompenso cardiaco e ipertensione arteriosa. Si parlerà inoltre di tiroidee cuore. Gli ormoni tiroidei

svolgono un ruolo determinante nel mantenimento della omeostasi cardiovascolare in quanto modulatori

essenziali della funzione contrattile cardiaca e del tono vascolare periferico. Si vuole rafforzare il

concetto che gli ormoni tiroidei svolgono un’azione fisiologica fondamentale nel mantenimento di una

corretta funzione cardiovascolare, dall’altro si apre la possibilità che un trattamento precoce del disturbo

di funzione tiroidea possa rappresentare uno strumento terapeutico addizionale utile a ridurre la

probabilità di un evento fatale nel soggetto cardiopatico.


IL CORSO è IN PROGRAMMA IL PROSSIMO 27 GIUGNO 2019, PRESSO HOTEL VALENTINO DI ACQUI TERME, IN COLLABORAZIONE CON IBSA


Location

Materiali utili

Summeet S.r.l.
Via Paolo Maspero, 5
21100 - Varese
P.IVA: 03106080124

Tel. +39 0332 231416
Fax +39 0332 317748
info@summeet.it

capitale sociale: Euro 11.000 i. v.
privacy e cookie policy

certificato n. 102354A

Provider ECM n. 604
(Accreditato con il nuovo sistema ECM)
note legali - credits