19/01/2018
Torino

BPCO E ASMA: NUOVI OBIETTIVI, NUOVE TERAPIE, NUOVE STRATEGIE

L'evento

L’Asma e la BPCO sono le patologie più frequenti dell’apparato respiratorio, seppur accomunate dalla caratteristica clinica e funzionale dell’ostruzione, presentano fra loro ampie differenze per i meccanismi etiopatogenetici, le manifestazioni cliniche e la evoluzione prognostica. Entrambe, anche se con motivazioni diverse, sono sottodiagnosticate e sottotrattate ed i pazienti che ne sono affetti mostrano una aderenza alla terapia inalatoria cronica con broncodilatatori da soli, in associazione fra loro o con ICS molto bassa. Le suesposte affermazioni dimostrano che è necessario migliorare la formazione di tutti coloro che sono coinvolti nella gestione di queste patologie per raggiungere standard accettabili di diagnosi e di trattamento. L’ASMA è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree caratterizzata da episodi ricorrenti di dispnea, respiro sibilante, tosse e senso di costrizione toracica, ostruzione bronchiale (di solito reversibile    spontaneamente o dopo trattamento farmacologico), iperreattività bronchiale, infiltrazione di cellule infiammatorie, rilascio di mediatori e rimodellamento strutturale delle vie aeree. L’asma si sviluppa e si manifesta in genere in giovane età con crisi improvvise che tendono a regredire spontaneamente con l’assunzione di farmaci. Nell’intervallo tra una crisi e l’altra i sintomi possono essere completamente assenti, quasi sempre vi è una ottima risposta alla terapia broncodilatatrice e corticosteroidea. La BPCO è una condizione patologica cronica dell’apparato respiratorio caratterizzata da ostruzione al flusso aereo, non completamente reversibile, cui contribuiscono in varia misura alterazioni bronchiali (bronchite cronica), bronchiolari (malattia delle piccole vie aeree) e del parenchima polmonare (enfisema). E’ causata dall’inalazione di sostanze nocive, soprattutto fumo di tabacco, che determinano un quadro di infiammazione cronica nei soggetti suscettibili.  La BPCO si manifesta in età più avanzata, generalmente dopo i 45 anni con dispnea che si aggrava progressivamente (prima in seguito a sforzo e poi anche a riposo), associata, con variabile frequenza, a tosse cronica e ad espettorazione. Nel corso dell’evento, dopo l’inquadramento generale di queste patologie, si svilupperanno percorsi formativi interattivi a piccoli gruppi, nel corso dei quali verranno discussi casi clinici reali, si farà un inquadramento sul ruolo dell’imaging e ci sarà un confronto sulle responsabilità civilistiche e penalistiche del medico, sulle implicazioni medico legali di ritardata o errata diagnosi, con un approfondimento sulla appropriatezza prescrittiva, il controllo della spesa e l’impatto sociale. Un’attenta analisi dei devices disponibili e del loro uso corretto concluderà l’incontro.

L'evento è in programma a Torino presso l'NH Torino Santo Stefano il prossimo 19/20 gennaio 2018 in collaborazione con Levante Pharma srl e Neopharmed Gentili srl

Location